ALBO PRETORIO

albopretorio_300.jpg

Albo Pretorio e
Servizi Online


Amministrazione trasparente

trasparenza_1.jpg
 


I.U.C.

calcolo

informazioni


Sottoscrizioni Referendum

 firma_referendum.jpg

Visualizza le sottoscrizioni attive


Gestione territorio

Strumenti urbanistici disponibili on-line

Piano comunale di emergenza


 


Raccolta differenziata

 

 



Calendario 2017


Palo spento

Segnalalo così


Segnalazioni

Manutenzione 
strade,
marciapiedi,
spazi pubblici


Commissione sorveglianza discarica

Immagine1_1.jpg

INFORMAZIONI
E ATTIVITA' 


Regolamento

COMUNE DI INZAGO

 

REGOLAMENTO DI GESTIONE DELLA COMMISSIONE COMUNALE DI SORVEGLIANZA SULLE DISCARICHE  IN LOCALITA’ CASCINA REDENTA

 

Approvato con delibera di Consiglio Comunale n. 56 del 21.12.2010

 

 

INDICE

PREMESSA 2

ART. 1 - FINALITÀ 2

ART. 2 - SEDE DELLA COMMISSIONE 2

ART. 3 - COMPOSIZIONE 2

ART. 4 - DECADENZA DEL MANDATO 3

ART. 5 - DURATA DELLA COMMISSIONE 3

ART. 6 – CONVOCAZIONE E PERIODICITÀ  DELLE ATTIVITÀ DELLA COMMISSIONE 3

ART. 7 - CONVOCAZIONE D'URGENZA 3

ART. 8 - COMPITI DELLA COMMISSIONE RELATIVA AL LOTTO C 3

ART. 8.1 - COMPITI DELLA COMMISSIONE RELATIVA AL LOTTO B 4

ART. 9 - FINANZIAMENTO DELLE ATTIVITÀ DELLA COMMISSIONE 5

ART. 10 – COMPITI DEL GESTORE DELLA DISCARICA 5

ART. 11 – INFORMAZIONE AI CITTADINI 6

 

 

PREMESSA

Il presente regolamento definisce:

a)  la composizione, le funzioni e la durata della Commissione di sorveglianza istituita dall'articolo 7 della Convenzione tra il Comune di Inzago  e la società Systema Ambiente, approvata con delibera di Consiglio Comunale n.   del -  (di seguito denominata “convenzione”);

al fine di effettuare controlli sulla regolare realizzazione e gestione dell’impianto, nonché sulla corretta esecuzione delle attività di gestione post-operativa dell’impianto.

b)   la composizione, le funzioni  della commissione in attuazione di quanto previsto dalla Convenzione del 14 febbraio 2000.

 

ART. 1 - FINALITÀ

Secondo quanto previsto dall’art. 7.1 della convenzione la Commissione di Sorveglianza è l’organismo attraverso il quale il Comune può effettuare controlli: 

a) sulla regolare realizzazione e gestione dell’impianto;

b) sulla corretta realizzazione del progetto di ripristino ambientale;

c) sulla corretta esecuzione delle attività di gestione post-operativa dell’impianto.

In particolare finalità della Commissione è il controllo della corretta attuazione delle prescrizioni previste dagli atti autorizzativi e dal Piano di Monitoraggio.

 

ART. 2 - SEDE DELLA COMMISSIONE

La Commissione ha sede presso la sede Municipale di P.za Quintino di Vona, 3

 

ART. 3 - COMPOSIZIONE

La Commissione di controllo è nominata con delibera di Giunta Comunale ed è così composta:

• 1 membro espressione del gruppo consiliare di maggioranza + 1 come sostituto

• 1 membro espressione dei gruppi consiliari di minoranza + 1 come sostituto

• 1 membro dell’Ufficio Tecnico Comunale con funzione anche di segretario

• 1 tecnico esperto ambientale nominato dall’Amministrazione Comunale.

• 1 rappresentante delle associazioni ambientali presenti sul territorio

 

L’Amministrazione Comunale una volta effettuata la nomina  dovrà comunicare al Gestore della discarica l’elenco di tutte le persone autorizzate alle attività di controllo, in modo che l’elenco dei membri possa essere conservato presso gli uffici dell’impianto.

Le norme previste per l’accesso alla discarica dovranno essere portate a conoscenza dei membri ai fini della copertura assicurativa.

 

ART. 4 - DECADENZA DEL MANDATO

In caso di 3 assenze ingiustificate, il mandato si intenderà decaduto automaticamente. Entro 30 giorni l'Amministrazione Comunale dovrà provvedere alla nomina del componente decaduto, nel rispetto della composizione prevista all’art. 3.

ART. 5 - DURATA DELLA COMMISSIONE

La durata della commissione, coincide con la durata in carica del Consiglio Comunale e permane in carica sino alla nomina dei nuovi membri, dopo il rinnovo dello stesso.

 

ART. 6 – CONVOCAZIONE E PERIODICITÀ  DELLE ATTIVITÀ DELLA COMMISSIONE

La Commissione è convocata dal presidente con le modalità previste per le Commissioni Comunali, di norma con cadenza mensile per incontri presso la sede.

Di ogni seduta dovrà essere redatto apposito verbale.

La validità della seduta è garantita dalla presenza di almeno 3 commissari, di cui almeno 1  espressione del gruppo consiliare di maggioranza.

Il presidente verrà eletto dai commissari e scelto tra i rappresentanti del C.C. durante la prima seduta convocata dal Sindaco. 

 

ART. 7 - CONVOCAZIONE D'URGENZA

La convocazione d’urgenza della commissione può essere richiesta da almeno tre membri, qualora rilevino la necessità di discutere problemi di stretta attualità che non possano essere rimandati alla sessione successiva.

 

ART. 8 - COMPITI DELLA COMMISSIONE RELATIVA AL LOTTO C

Al fine di raggiungere le finalità di cui all’art.1, la commissione ha i seguenti compiti:

a. vigilare in fase di realizzazione dell’impianto, sulla corretta esecuzione delle opere;

b. vigilare in fase di gestione dell’impianto, sul corretto conferimento dei rifiuti e sul rispetto di tutte le modalità operative di gestione dell’impianto previste dai diversi atti autorizzativi ( orari conferimento, copertura giornaliera, provenienza quantitativi e tipologia dei rifiuti etc.); in particolare i membri della Commissione avranno accesso all’impianto, potranno chiedere di visionare i libri di carico e scarico dei rifiuti, i fascicoli riportante l’omologa del rifiuto, le registrazioni dei dati previsti dal Piano di Monitoraggio attinente e ogni altra documentazione relativa all’esercizio dell’impianto, sarà cura della commissione ottenere report informatici sui conferimenti (provenienza del rifiuto, codici CER e quantitativi posti a dimora);

c. richiedere all’amministrazione di effettuare analisi, oltre quelle previste dal piano di monitoraggio, riconoscendo ARPA come soggetto principale e non unico per le analisi. I prelievi saranno effettuati dall’addetto alle ricezioni Systema  il quale, su richiesta del Commissario, preleverà i campioni di materiale per la verifica che dovrà avvenire nella modalità del contraddittorio;

d. individuare e proporre le procedure da adottarsi nei casi d’ insorgenza di problematiche (rumore, odori ecc.)

e. verificare la corretta realizzazione del progetto di ripristino ambientale.

 

ART. 8.1 - COMPITI DELLA COMMISSIONE RELATIVA AL LOTTO B

 

a.   Vigilare in fase di gestione post operativa della discarica.

b.  Richiedere all’amministrazione di effettuare analisi, oltre quelle previste dal piano di monitoraggio, riconoscendo ARPA come soggetto principale e non unico per le analisi. I prelievi saranno effettuati dall’addetto alle ricezioni Systema  il quale, su richiesta del Commissario, preleverà i campioni di materiale per la verifica che dovrà avvenire nella modalità del contraddittorio.

c.  Individuare e proporre le procedure da adottarsi nei casi d’ insorgenza di problematiche (rumore, odori ecc.).

d.   Verificare la corretta realizzazione del progetto di ripristino ambientale.

Per esercitare i compiti di cui ai punti precedenti la Commissione potrà effettuare direttamente sopralluoghi e prelievi presso la discarica, dando  preavviso telefonico per l’accesso all’area, nel rispetto delle modalità previste dalla convenzione del 14 febbraio 2000. Inoltre la commissione potrà assistere alle operazioni di verifica effettuate dalla società. A tal fine sarà compito dell’Amministrazione Comunale richiedere alla società e fornire alla commissione il calendario aggiornato delle verifiche.

Nel caso in cui la commissione nello svolgimento dei suo incarico, verifichi gravi inadempienze rispetto all’adempimento della convenzione e/o al rispetto degli atti autorizzativi, dovrà inviare segnalazione al Sindaco.

 

ART. 9 - FINANZIAMENTO DELLE ATTIVITÀ DELLA COMMISSIONE

L’attività della Commissione di controllo è finanziata dalla società Systema in base all’articolo 7 della convenzione che prevede un ammontare di 15.000 Euro/anno per il periodo di gestione dell’impianto.

Tale importo coprirà parte dei costi per il pagamento del consulente ambientale e le spese richieste da ARPA o ad altro laboratorio  per eventuali analisi, oltre a quelle previste dal piano di monitoraggio, che i commissari ritengano utili. 

 

ART. 10 – COMPITI DEL GESTORE DELLA DISCARICA

Il gestore tramite proprio personale tecnico  fornisce ai membri della commissione tutti i chiarimenti e le informazioni necessari allo svolgimento dell’incarico. In particolare mette a disposizione dei membri della commissione il personale per effettuare i prelievi  dei campioni, una parte dei quali resterà a Systema e una parte rimarrà a disposizione della commissione per le analisi.

Il gestore comunicherà: 

il calendario aggiornato dei controlli previsti dal Piano di Monitoraggio, prestando la propria collaborazione durante le operazioni di verifica, come precedentemente precisato;

eventi di superamento dei limiti prescritti  ed eventuali inconvenienti o incidenti che influiscano sull’ambiente, riscontrati a seguito delle procedure di sorveglianza e controllo;

qualora il carico di rifiuti sia respinto, fotocopia del formulario di identificazione entro e non oltre 24 ore.

Inoltre quanto previsto all’articolo 7 della Convenzione del 14 febbraio 2000:

a) comunicare al Comune tutti gli adempimenti che ai fini dell’attività di discarica porrà in essere nel rispetto delle normative vigenti e di quelle future;

r)  tenere completa cronistoria fotografica dei lavori eseguiti nella discarica e delle      operazioni compiute consentendo al Comune, dietro semplice richiesta, la sua consultazione ed utilizzazione per la redazione di materiale divulgativo ed esplicativo sulle attività eseguite e sugli stati di avanzamento dei lavori nonché per la realizzazione di mostre fotografiche in occasione di convegni, conferenze, dibattiti ed incontri pubblici organizzati dal Comune.

 

ART. 11 – INFORMAZIONE AI CITTADINI

Sul sito del comune di Inzago, sarà disponibile per i cittadini un indirizzo di posta elettronica  a cui i cittadini stessi potranno scrivere per fare segnalazioni in merito alle problematiche relative al mal funzionamento dell’impianto ( mancata copertura dei rifiuti, eventuale presenza di rumori e odori ecc), e/o chiedere chiarimenti sull’attività della discarica.  I membri della commissione esamineranno i messaggi pervenuti e risponderanno ai messaggi stessi.

 

 

 

 

 

 

 

 



w3c valid xhtml 1.0 w3c valid css valid Wai-A